iPad in anteprima al Conservatorio di Bologna – Fragile, Sting

L'altra mattina sono arrivata in conservatorio e mi hanno coinvolta subito in questo esperimento. Nonostante sia anche io perdutamente contagiata dalla febbre Apple ancora non avevo ben capito cosa fosse questo iPad…forse perchè non essendo ancora arrivato in Italia non me ne stavo a preoccupare.
Per noi che insegnamo musica devo dire che mi sembra un oggetto molto interessante e parecchio comodo. L'idea di poter fare basi interattive, cambiare tonalità ed organici in tempo reale con suoni sempre più fedeli, a volte può essere proprio un'ottima soluzione per praticare brani, strutture e improvvisazione senza avere un quintetto di musicisti sempre lì pronti nell'aula o nelle nostre stanzette private dove studiamo ed insegnamo…(anche se sarebbe bellissimo!)
Ecco questo oggetto sbarcare direttamente dagli Stati Uniti nelle aule del vecchio Corservatorio G.B. Martini di Bologna, attraverso il pianista e docente Teo Ciavarella, lasciando i giganti ritratti di Wagner e Respighi un po' sconcertati ed un po' incuriositi…

Annunci

Lanfredini Bignardi Amatruda TRIO!

Lanfredini
Bignardi
Amatruda TRIO!

Elisabetta Lanfredini, Voce
Olivia Bignardi, Clarinetto
Massimiliano Amatruda, Pianoforte

Sono molto contenta di annunciatvi che Venerdì 26 faremo la prima uscita in pubblico con questo nuovo trio.
E’ un progetto a cui tengo molto che già si presenta da solo per l’originalità dell’organico. Il materiale di partenza attinge principalmente dal repertorio Sud-Americano e da ambiti  etnici e popolari: diffusamente dal Brasile, cominciando dallo Choro fino a Chico Buarque, dalla Cuba di Silvio Rodriguez e dei boleri tradizionali fino al tango argentino, il tutto riarragiato ed elaborato con un influenza jazzistica che mette al centro l’improvvisazione e la sperimentazione.

Saremo al
Bar Maurizio
, in via Guerrazzi,
Venerdì 26 a Bologna. Ore 19.00.
๐Ÿ™‚

Il coro Hermanos ed il MATrio (Marcello Allulli Trio).

Ecco un progetto a cui sto prendendo parte con molta gioia e che per mancanza di tempo stavo tardando a raccontare.

Si tratta del coro Hermanos, nato da una specie di esperimento avvenuto quest’estate durante i seminari Injazz di Fabriano a cui ho partecipato.
Durante un corso molto particolare di ear training  tenuto da Marcello Allulli, abbiamo studiato delle parti corali che (abbiamo scoperto solo in seguito) avremmo dovuto cantare su alcuni suoi pezzi durante un concerto che avrebbe tenuto durante i seminari con il suo trio.
Di lì a pochi giorni infatti, durante il concerto del MATrio circa una trentina di persone solo al primo accenno dei pezzi  (
!!!) si sono messe a cantare suscitanto grande emozione del pubblico, di Allulli e dei suoi musicisti che erano stati oppositamente lasciati all’oscuro di tutto il "piano corale".

Ed ecco che la cosa diventa sempre più trascinante, il coro diventa parte integrante del progetto ed il MATrio lo vuole a cantare nel loro primo disco.
Detto fatto. Lo scorso 4  Dicembre, circa venti persone sono partite da tutta Italia (Roma, Terni, Perugia, Siena, Bologna, Pordenone…) alla volta di Cavalicco (Udine) per prendere parte alla registrazione del disco.
In quei giorni è nata della musica bellissima ed anche una meravigliosa famiglia sparsa per tutt’Italia.

Io chiaramente ho filmato tutto ed eccovi il trailer del back-stage che ho promesso di realizzare.

๐Ÿ˜‰

“Als der gutige Gott”, J.S. Bach. InJazz Summer Clinics 2009.

Quest’estate ho partecipato ai Seminari Estivi InJazz che si tengono a Fabriano (AN) ogni anno in agosto: 10 giorni di jazz, di studio disperatissimo, di mille jam, di tante nuove nozioni e sopratutto tanta pratica e anche tanto tanto divertimento.
Come mio solito ho tanto girato arretrato che mi riprometto di montare ma che è ancora fermo nella scatola delle mini-dv. Intanto però (a grande richiesta…) vi posto un frammento del concerto finale; si tratta della chiusura del concerto stesso con un corale di Bach allestito durante i corsi di ear training tenuti da Marcello Allulli e che, come nel suo stile…è stato  tirato giù tutto ad orecchio! ๐Ÿ™‚

Se cercate seminari estivi per la prossima stagione vi consiglio caldamente  quelli di Fabriano; potete trovare informazioni sul sito www.injazz.it anche riguardo all’edizione primaverile che si terrà a Labro (RI) fra Marzo ed Aprile.

Intanto buon ascolto con Bach.

E.

La mia Waltz for Debby

Vi ricordate questo Post su Waltz for Debby? In quel periodo stavo riflettendo su come interpretarla e quale colore e mood darle.
Finalmente ho trovato il tempo per pubblicare questa mia versione, già pronta da un po’.

Non starò qua a raccontarvi le mie scelte, sentitela e capirete…vi dico solo che il testo è rimasto in inglese, almeno per questa versione; il mood è molto più intimo delle versioni che conosco, alla fine è uscita così, un canto delicato che accompagna questa bimba che cresce…