Turkish Ramino e Turkish Delight – Istanbul cap. 3

Non so dove sarò a Natale. Sto decidendo in parte io e in parte lascio fare agli eventi e osservo, però intanto stasera ho aperto il primo Panforte della stagione.

Prima di partire cercavo un dolce leggero da infilare in valigia, uno tradizionale e gustoso ed ecco che la scelta cadde casualmente sul Panforte. Era rimesto lì per più di un mese, in attesa di essere regalato o di essere sfoggiato all’occorrenza. Non avrei mai pensato però  che il caso fosse stato così puntuale nel farmi prendere il dolce delle feste così che stasera potessi contribuire con un po’ di Italia a questa magnifica cena di Bayram da cui sono stata improvvisamente travolta.

Il festeggiamento è stato bellissimo e sobrio. Hanno cucinato ma senza esagerare così oggi invece di dedicarsi esclusivamente ai fornelli, tutta la famiglia si è fatta una bella gita sul Bosforo.

C’è una bimba deliziosa di nove anni, abbiamo fatto amicizia e oggi è la mia insegnante di turco. Parole  e frasi entrano ed escono dalla mia testa e il mio vocabolario si allarga.

          iyi bayramlar

Tutti a tavola, le sedie non bastano, la tavola è un po’ stretta ma si fa spazio per tutti. I piatti sono fatti alla svelta ma con cura: si mette tutto insieme, finchè c’è spazio si accavallano riso, insalata, köfte, dolma, cotolette di pollo e altra carne servita a piccoli pezzi. Ieri sera abbiamo bevuto rakı fino alle 3 del mattino, ma stasera ci sono le due sorelle velate e di alcool non c’è neanche l’ombra.

          kıznım  anne  baba  abi kardeş

I piatti si svuotano in fretta e la tavola in un baleno è già sgombra. C’è grande gioia, la cucina è brulicante di donne al lavoro per mettere in ordine. Forse si sono scambiati dei regali ma la cosa non è rilavante, ad ogni modo a me nel pomeriggio ne è arrivato uno dalla piccola.

          pilav  tavuk  burç  koç  kova

Gioia, risate, scherzi, cibo che non avanza, niente panze all’aria per troppo mangiare. Anche la tavola è leggera. Ci si alza, si torna a sedere, non ci sono problemi ne obblighi. Io aspetto che tutti i piatti siano pieni prima di iniziare ma è una formalità di troppo. Non mi dispiace questo relax familiare.

           adın ne?  şehir?  taman!

La tavola è ormai sgombra e un telo rosso trasforma la superficie in un tavolo da gioco: si chiama Okey, una specie di ramino giocato con le tessere. I giochi da tavola sono una cosa seria per i turchi, il resto della serata si svolgerà così, attorno al tavolo con chiassoso entusiasmo e i più piccoli a giocare in giro per la casa mangiando fantastici turkish delight, che hanno un nome inglese però. Nel frattempo al tavolo da gioco la nonna si apre il velo e lascia scoperta una parte del collo.

             hepsi  çocuklar  badem  arkadaş 

Osservando da qui capisco meglio l’Islam di cui forse non ho mai saputo niente. Da piccole cose capisco che non siamo in occidente anche se Istanbul è una megalopoli. La mia presenza è assolutamente normale e io mi diverto a sentirmi parte della famiglia, a ridere con le donne, a diventare complice dei bambini.  Nessuno parla inglese, solo poche parole raccattare qua e là soprattutto grazie alla mia piccola tutrice, per il resto tutto è solo bellissimo suono ed intenzione e parole nuove da catturare. Parole mai sentite e che bramo di capire e sentire ancora.

                 iyi geceler askım

Un pensiero su &Idquo;Turkish Ramino e Turkish Delight – Istanbul cap. 3

  1. Fare vita familiare è un privilegio. Si vedono cosa che non si immaginavano, si scoprono i veri “tesori” di questa Turchia che ha vestito un trucco occidentale, ma che rimane profondamente ancorata a tradizioni familiari e “sane”; lì dove non serve avere molto, dove il poco non genera invidia e prendersi il tempo per stare insieme con piacere non è un lusso, ma quasi una necessità quotidiana.
    Afiet olsun! Allaha emanet. (=

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...