“Dal Bosforo saliva odore di tempesta e terra bagnata”. Istanbul-capitolo 2.

Non importa quanto durerà, ma credo che non dimenticherò mai questo angolo di mondo. Una piccola terrazza che contiene un tavolino e una sedia. Una tovaglia bianca ricamata sul tavolo e un piccolo gallo di metallo che girando accoglie i mille venti che schiaffeggiano Istanbul. Laggiù in lontananza il mare, il Bosforo e poi Sultanahmet. Così precisamente nel mio scorcio che tutto sembra fatto apposta per guardare laggiù. Come le prospettive antiche che ti portano lo sguardo dritto sulla faccia del Cristo.

Guardo ancora laggiù dove giorni fa camminavo instancabilmente fra le moschee e le chiese, fra l’oro Bizantino e le lunghe torri appuntite tutte intorno. Tutto intorno sembra guardare verso Fatih, e noi dall’Asia abbiamo un posto privilegiato.

Quando i due muezzin si rispondono in quel luogo una forza grande ti prende lo stomaco e tutte le membra. Non ci si nasconde da qual canto fortissimo, due voci ti tengono come una tenaglia e l’anima si allarga e rabbrividisce.
Ho visto le stesse pennellate dei maestri italiani trasformate in mosaico. Lo stesso panneggio e lo stesso incarnato che ho tanto osservato in Italia. Ho rivisto la mia faccia italiana nei mosaici di Aya Sofia ma mi parlano in turco quando mi tingo gli occhi di nero e metto il velo in testa per entrare in moschea. Ordino Ayran invece che Coca Cola e mi allungano il resto senza far caso che sono straniera.

Attenzione a scherzare con la ricerca delle radici…canti in rima, filastrocche, canzoni popolari e giù a scavare fino alle origini…ed ecco che ci prendi la mano e stavolta la ruota ha girato più forte e mi ha portato fin qui.

Essere qui ha un senso profondo ma sento che posso accedervi solo in parte.
E’ mattina, cominciano gli esercizi di turco, poi gli esercizi di canto turco, poi ho necessità di tornare a Fatih e continuare la mia solitaria esplorazione dei luoghi dei sultani.

Un pensiero su &Idquo;“Dal Bosforo saliva odore di tempesta e terra bagnata”. Istanbul-capitolo 2.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...