Prime date dell’anno.

Cari lettori,

prima di tutto un buonissimo anno a tutti!
Come sono andate le vostre vacanze?

Seguite il blog se siete interessati alla voce …e alle voci… chè ci sono molte novità che a breve vi presenterò. Novità su tutti i fronti: didattica, ottava rima e nuovi progetti.
Per adesso vi lascio un paio di date bolognesi dei prossimi giorni.

A presto!

 

Giovedì 13 Gennaio

Lanfredini – Amatruda Duo

La Capagira, ore 19.00
Via della Grada, Bologna
 

 

Elisabetta Lanfredini, voce
Massimiliano Amatruda, pianoforte

Musica – Poesia – Letteratura


Il repertorio propone una scelta di brani di raffinati autori jazz, anche diversissimi fra loro in un viaggio che parte dal Gershwin più ironico e swingato, passa da un fiabesco Shorter ed arriva fino al lirismo di Wheeler. Caratterizza il progetto la continua attenzione ai testi ed il marcato riferimento alla letteratura: i più attenti riconosceranno le parole di Carroll, alcuni passi tratti dalla drammaturgia inglese e la poesia viscerale di Saramago che avvolge le note di Petrucciani in un incontro poetico ai vertici del bello. Musica e parole sceltissime accompagnano in giro per le storie del mondo. Inglese, portoghese, spagnolo, italiano e un curioso passaggio nella lingua –e la poesia- dei grandi ghiacci dell’Islanda, il progetto sconfina nei generi e nei linguaggi sonori mantenendo al centro l’interplay e l’improvvisazione in un delicato intarsio di musica, versi e testi letterari.

Sabato 15 Gennaio

Lanfredini – Bignardi – Amatruda TRIO!

Bar Maurizio, ore 18.30
via Guerrazzi, Bologna

 

Elisabetta Lanfredini, voce
Olivia Bignardi, clarinetto
Massimiliano Amatruda, pianoforte

Viaggio Sud-Americano

Il trio si caratterizza per l’originalità del suo organico e per la natura melodica del
repertorio che, oltre a proporre composizioni originali, attinge diffusamente dalla
musica latino-americana. Principalmente dal Brasile, ma anche dalla Cuba di Silvio
Rodriguez e dalla canzone argentina, questo progetto tratta la musica tradizionale
come una materia prima che attraversando un fine lavoro di arrangiamento e
rielaborazione musicale si realizza in una sonorità omogenea ed originale basata
sull’interplay e l’improvvisazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...