iPad in anteprima al Conservatorio di Bologna – Fragile, Sting

L'altra mattina sono arrivata in conservatorio e mi hanno coinvolta subito in questo esperimento. Nonostante sia anche io perdutamente contagiata dalla febbre Apple ancora non avevo ben capito cosa fosse questo iPad…forse perchè non essendo ancora arrivato in Italia non me ne stavo a preoccupare.
Per noi che insegnamo musica devo dire che mi sembra un oggetto molto interessante e parecchio comodo. L'idea di poter fare basi interattive, cambiare tonalità ed organici in tempo reale con suoni sempre più fedeli, a volte può essere proprio un'ottima soluzione per praticare brani, strutture e improvvisazione senza avere un quintetto di musicisti sempre lì pronti nell'aula o nelle nostre stanzette private dove studiamo ed insegnamo…(anche se sarebbe bellissimo!)
Ecco questo oggetto sbarcare direttamente dagli Stati Uniti nelle aule del vecchio Corservatorio G.B. Martini di Bologna, attraverso il pianista e docente Teo Ciavarella, lasciando i giganti ritratti di Wagner e Respighi un po' sconcertati ed un po' incuriositi…

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;iPad in anteprima al Conservatorio di Bologna – Fragile, Sting

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...