7 Pensieri su &Idquo;Zuni

  1. Concordo pienamente, niente ego, totale motivazione e nessun compiacimento, è questo credo l’approccio che deve animare ogni cantante e musicista… lasciare che sia la musica a guidarli senza quei “residui inquinanti “…
    Bello il tuo blog , ripasserò…
    P.S. Visita questo sito se vuoi lui è un gran musicista jazz,suona il piano ed è anche mio cognato… un saluto

  2. Grazie.
    Pochi sono i musicisti che suonano così.
    Spesso quando sto in giro a sentire concerti, mi viene voglia di tornare a casa a sentire i Maestri…

    Bello condividere un pensiero. 🙂

  3. ho sempre nutrito una profonda invidia nei confronti dei dotati del dono…così lo chiamo la voce è uno strumento meraviglioso da curare educare e conservare, non vi è nulla di tanto affascinante versatile e ammaliante…i canti che affondano le origini andando talmente indietro da perdersi nel tempo, possiedono il segreto della musica quell’emanare dall’anima ma dall’anima in equilibrio con la terra…oggi quello che si sente nel canto o per lo meno quello che sento o perlomeno credo di sentire sono nella stragrande maggioranza dei casi cloni, cloni di cloni creati ad hoc per compiacere, ognuno di noi potrebbe cercare se stesso come facevano gli indiani attraverso strade misteriose che coloro che vengono definiti come primitivi in un’accezione del termine come trogloditi in realtà sono talmente avanti alla nostra malconcia visione del mondo e delle sensazioni, da essere avanti anni luce…grazie per il canto…

  4. Grazie a te, per il bellissimo commento.
    E’ proprio quello che pensavo…e anche ciò che dici riguardo ai “cloni”, lo tengo sempre a mente e lo ripeto ai miei allivi. E’ difficile però, è vero: lasciar uscire la propria voce, o meglio il proprio suono è una cosa spaventosamente intima.
    Per questo il cammino è profondo e interessante.

  5. E’ sempre e solo una pura questione di – necessità: l’estetica vuota della modernità, non è presente in natura (difatti è -purtroppo- contro la vita stessa, anche se non lo sa e/o non sembra volerlo); l’estetia autentica è sempre un’etica, un ethos, essere e abitare un ambiente (naturale): è per necessità che esistono le cose, e sono belle quanto più necessarie…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...